Proteggere gli animali dai fuochi artificiali e dai botti

Cane botti capodanno

Chi possiede un animale domestico lo sa: i fuochi artificiali si trasformano da grande evento festaiolo a incubo. Cani e gatti, ma anche uccellini e altri animali, detestano i fuochi artificiali e i botti, e si spaventano al punto da farci preoccupare. Oltre all’evidente smarrimento, al terrore e allo stato ansioso che manifestano, gli animali spaventati dai forti rumori hanno reazioni inconsulte che possono mettere a rischio la loro incolumità o quella di coloro che li circondano. Ecco qualche consiglio per aiutare i nostri cuccioli a sopportare meglio i botti.

Proteggere animali dai fuochi artificiali: si può?

La miglior protezione per l’animale, naturalmente, sarebbe quella di convincere chi ci sta attorno a non farne uso, specialmente a Capodanno o durante l’estate. Tuttavia non è sempre possibile fare appello al buon cuore di chi ci circonda, e dunque dobbiamo imparare a prendere le giuste precauzioni per minimizzare il trauma dei nostri cuccioli.

Il cane è l’animale più sensibile ai fuochi artificiali. In particolare, durante il Capodanno i nostri amici a quattro zampe possono manifestare paura, agitazione e panico, sviluppando una paura continuativa che si manifesterà tutte le volte che avvertiranno un rumore particolarmente forte.

Ecco alcuni consigli pratici per proteggere cani e gatti, animali con l’udito molto sviluppato, dai botti e dai forti rumori:

  • Non lasciamoli soli proprio nel momento del bisogno! Stiamo con loro durante i fuochi artificiali, meglio se in casa, in un luogo protetto e che reputano sicuro;
  • Evitiamo di lasciarli all’aperto o magari slegati: presi dal terrore potrebbero scappare o farsi male, finendo magari sotto un’auto;
  • Non teniamoli legati con cinturini e collari a strozzo: se proprio dobbiamo tenerli legati, usiamo una pettorina;
  • Non rassicuriamolo con parole dolci e carezze! Potrà sembrare controintuitivo, ma rassicurare e accarezzare l’animale, rivolgendogli parole dolci, legittimerà ancora di più il suo stato d’ansia, incoraggiandolo a manifestare più sintomi.
  • Minimizziamo l’effetto dei botti tenendo vetri o finestre chiuse, e alziamo la televisione o la radio per coprire i suoni.
  • In caso di animali cardiopatici o molto anziani, è essenziale rivolgersi al proprio veterinario di fiducia con qualche giorno di anticipo. Il medico si prenderà cura di lui e saprà come guidarci attraverso questo momento particolarmente delicato.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This site uses cookies to improve your browse experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.